Saltar al contenido

PROVINCIA DI GRANADA

La Alpujarra e la Costa Tropicale

Al di là  degli innegabili incanti del capoluogo, la provincia di Granada offre altre tanti possibilità d’escursioni ugualmente interessanti. Ci sono due especialmente attraenti e richieste per la sua singolarità, sebbene non sono l’uniche (guardare visite su misura), parliamo dell’escursioni alla regione dell’Alpujarra e alla Costa Tropicale di Granada.

Clicca sulle immagini per vederle ingrandite

Ambedue hanno una durata, evidentemente, meno prevedibele che nelle passeggiate della città, però d’abitudine, dopo la raccolta in albergo al mattino, tragitto di circa un’ora e mezzo sul bus, visite dei luoghi più interessanti e tempo libero per il godimento, sarà dopo pranzo, nel pomeriggio il proseguimento per Granada fra le 17 e 19 ore.

La Alpujarra è una regione situata tra la maestosa catena montuosa della Sierra Nevada che s’apre al Mediterraneo. Un paesaggio spettacolare, ripido e colorito,dove riposano e molte volte si arrampicano i belli e pittoreschi paesi  bianchi di questa regione , non solo nello spazio dei pendii delle montagne ma anche nel tempo che ci porta in un mondo unico, totalmente isolato della civiltà.

In quest’escursioni traversaremo il conosciuto paese stabilimento balneare di Lanjarón, in direzione all’ Alpujarra Alta, dove i paesi situati alla maggiore altitudine della Penisola, come Bubión o Capileira, ci offrono una architettura caratteristica scaglionata, integrata nel paesaggio, eredità della tradizzione berbero, non araba, giacchè la regione è stata il luogo di “esilio forzoso” dei musulmani meno influenti che le famiglie arabi che avevano il controllo di zone urbane così come dei mozarabi cristiani.

Case di lavagna e legno, con le sue facciate inbiancate e i tetti piatti coperti da launa (una massa argillosa grigiastra che procede della lavagna), oltre i caratteristici tinaos o prolungamento della casa, che possono coprire vie strette, e che ricreano un’atmosfera senza tempo, sempre circondati di terrazze o piccoli orti scaglionati con una ricca irrigazione e un sistema di canali che portano l’acqua della sierra.

Una tradizione, folclore, gastronomia ed artigianato singolari e incantevoli, dei quali possiamo prendere un pezzettino, già sia materiale come una jarapa oppure un tappeto della zona, o un bel prosciutto guarito all’aria della sierra, già sia il puro e bel ricordo del soggiorno.

Un'altra delle nostre gite è la Costa Tropicale che ci porta ad un paesaggio inatteso dopo partire della capitale, gli olivi e mandorli danno passo alle piantagioni dove l’avocato, mango, o chirimoya ci parlano della bontà del clima della zona più mitte dell’Europa continentale. In quest’escursione si visitano Almuñecar, città fondata dai fenici, che ci mostra ancora il suo nucleo di paese bianco costiero il suo museo archeologico che svela i secreti della sua ricca storia, i suoi parchi tropicali e i viali marittimi nati della sua espansione come centro turistico. A poca distanza un’altro paese bianco fondato anche dai fenici, Salobreña, emerge sopra un promontorio coronato da una fortezza che fu residenza d’estate dei re Nasridi. Lì una bella passeggiata attraverso il suo labirinto di viuzze con facciate sempre bianche e fiorite, ci porta nella parte più alta della collina per ammirare deliziose panoramiche del Mediterraneo e una verde e fertile pianura che la ruota.

Traversando il confine vicino della provincia di Malaga arriviamo a Nerja, anche conosciuta per i suoi viali marittimi, architettura e gastronomia di paese costiero, però molto più per la meraviglia che rappresentano le sue grotte, habítate fin dall’inizio della preistoria, scoperte nel XX secolo, dove il lavoro millenario dell’acqua scolpe la roccia calcare per costruire capricciose forme che sorgono della combinazione delle stalattiti, stalagmiti e colonne di pietra. Perfettamente preparate per le visite moderne, stiamo senza nessun dubbio davanti ad una delle meraviglie naturali più impressionanti di tutta l’Europa.

Infine, la nostra terza opzione è verso il Nord-est di Granada dove si trova Guadix situata nella regione nomata “ el altiplano” dove  per la sua conformazione abbonda un tipo di habitat così originale  come singolare, dove non ci sono pietre, mattoni neanche cemento: la casa-cova, habitat troglodita che rende una temperatura costante durante tutto l’anno. Di grand’interesse è la Cattedrale del XVI secolo, con le sue tre facciate e la sua miscela di stili il cui campanile è coronato da una grande statua del Gesù.

Formulario di riserva

Dati personali:
Indicate la data della visita
Indicate il numero di persone
Forma di pagamento

   I campi marcati con * sono d'obbligo

                                  

                                   ***Contattaremo con Voi fra poco***

fotos cedidas por EDILUX